GLI EX PUSHER DEL RAP GAME

C’e chi la vende, e c’è chi la consuma

.

Possiamo dire con certezza che sono almeno 30 anni che il crack game viene accostato al rap game, 30 anni che i rappers nei loro testi si spacciano per grossi drug dealears.

Mentre la maggiore parte (90%) rappers che raccontano di storie di coca non hanno mai venduto un solo grammo, qualcuno tra di loro è davvero passato dallo spaccio di crack alla luce della ribalta.

Totalmente diversi dai rappers di oggi che si fanno di farmaci da 2 soldi, ecco a voi una piccola lista dei veri OG del rap game

JAY Z

Poco dopo essere stato abbandonato dal padre sotto con il crack, Jigga si butta in strada ancora prima di compiere 12 anni.

All’inizio degli anni 90 diventa uno dei più grossi venditore di bamba di Marcy project il suo quartiere( a quanto pare riusciva a vendere un chilo ogni settimana)

Invece di montarsi la testa con tutti quei soldi facili decide di cambiare vita e di investire il suo denaro in ciò che sapeva fare meglio ossia la musica…

Uno dei suoi vecchi soci in affari Emory Jones nel 2000 è stato condannato a 16 anni di carcere per traffico di cocaina. Lo stesso Jay z gli rese omaggio con la canzone “do u wanna ride” prima di scrivere una lettera al giudice dove chiedeva la liberazione anticipata di Emory, offrendogli un lavoro all’interno di Roc Apparel Group.

50CENT

Se jay z era il Michael Jordan delle rocce 50 è stato di sicuro Kobe del crack game

Figlio di una madre assassinata probabilmente per un losco affare, a 8 anni Curtis si trasferisce dai nonni, 4 anni dopo Boo Boo inizia a spingere le sue prime dosi.

“Ero in una situazione del cazzo, con poche scelte, troppo giovanne per andare a lavorare allora ho iniziato a spacciare”

Alla stessa epoca scopre una nuova passione : il pugilato che lo porta ai prestigiosi Golden Glove e che lo auiterà nei suoi loschi giri.

A l’epoca come oggi non tocca ne droghe ne alcol anche se nel 2003 registra “High all the time”.

A 18 anni è già proprietario di una Mercedes, ma nel 94 dopo avere venduto una dose ad uno sbirro in borghese, viene arrestato ed evita 6 anni di galera accettando di passare 7 mesi in un centro di riabilitazione.

Il tutto coincide con la nascita del suo primo figlio Marcus, decide quindi una volta libero di lanciarsi nella musica.

Ma 50 non taglia subito i ponti con i suoi giri loschi, perche dopo la firma del suo primo contratto, riceve un anticipo di 65 000 dollari per “The Power of The Dollar”( album che non uscirà mai )che diventano 5000 dopo avere pagato tutti gli intermediari, quindi non potendo vivere con 5000 dollari torna nel crack game, fino a quando incontra Eminem…il resto è storia

EAZY E

Dopo avere lasciato la scuola, segue il consiglio di un suo cugino e si lancia nel commercio delle sostanze .

Tuttavia dopo che suo cugino viene ucciso in una sparatoria, riconsidera la sua scelta e si lancia nella musica rap e proprio in quei anni il rap sta crescendo molto comercialmente in più nella west coast la scena è quasi inesistente.

Fonda la sua etichetta (Ruthless records ) ed investe i propri 7000 dollari che servono per registrare il singolo “Boyz In Da Hood”.

Secondo Jerry Heller amico di Eazy e autore della biografia Ruthless : A Memoir Eazy E non ha mai venduto droghe leggere e ammette di averlo visto vendere un po’ di ganja .

T.I

Ispirato dai suoi zii che mandavano avanti la baracca grazie all’illecito, TI decide da solo di iniziare a spacciare per raggiungere la propria indipendenza economica e aiutare la madre rimasta sola a occuparsi di lui dopo che il padre è stato colpito dall’Alzeimer.

Si fa un nome in fretta e furia facendo credere alla madre che i soldi li guadagna vendendo caramelle, fino al giorno in cui quest’ultima trova un sasso nei suoi calzini..

A 17 anni si fa beccare dalla powpow . condannato per produzione e distribuzione passa 7 mesi in galera e li realizza che nessuno spacciatore va in pensione finisce dentro o muore ..”Meglio andare a lavorare in un fastfood “

La galera lo ha talmente segnato che una volta uscito si lancia nella musica ma anche nella lotta contro le incarcerazioni di massa, che mirano a destabilizzare la sua comunità .

REAKWON

Nella galassia Wu Tang , numerosi sono i killa bees con un passato losco, basta pensare che la prima volta che Method Man è stato in studio con Rza era appena scampato ad un tentativo di omicidio e Ghostface che si prese una pallottola nel collo durante una transazione .

Ma la medaglia d’oro va a Reakwon, che ancora prima del rap viene sopranominato chef perché molto abile nella preparazione dei sassi.

Nel 2015 in un indagine dell’FBI, è sospettato di essere il mandante di vari omicidi negli anni 90 nel suo quartiere Park Hill, nello stesso periodo tutto il collettivo è sotto indagine per riciclaggio di denaro.

A quanto pare il Wu Tang non era altro che una grande “lavatrice “.

JEEZY

Jeezy inizia presto anche lui, a soli 11 anni dopo una lite con la madre che le chama “pussy” decide di scappare dai nonni dove aveva piu libertà di manovra…

Vende di mattina andando a scuola e serve anche i menbri tossici della sua famiglia..

Ironia della sorte un giorno becca proprio sua madre dentro ad una crackhouse..”E’ stata una batosta..credi che sto buisiness t aiuterà ad uscire dalla merda, invece distrugge chi ami”

Nostante ciò Jeezy cambierà totalmente giri solo dopo le prime hit..

C’è da dire che ai sui inizi era stato spinto dalla BMF (Black Mafia Family) ovvero il più grande impero criminale nero degli stati uniti..questa vicinanza stava per costargli caro nel 2008 quando è stato accusato di avere ricevut chili di coca proprio dalla BMF…

SNOOP DOGG

Snoop è il primo rapper mainstream a promuovere il suo passato da spacciatore o il suo sedicente passato criminale come lo sottolineavano alcuni all’epoca.

Già a scuola Snoop vendeva giornaletti e caramelle prima di lavorare per 100 dollari a settimana da Mc Donald.

Stanco delle briciole si lancia nella vendita di erba e crack..

Ad una certa viene cacciato fuori di casa dalla madre perche al corrente delle attività del figlio, vive per un po’ in macchina, poi si fa beccare per possesso di stupefacenti…

THE CLIPSE

Loro si che si possono vantare di avere spacciato chili nelle strade della Virginia .

I fratelli Thorton vengono da una famiglia di spacciatori all’ingrosso, famigliari che non hanno mai apprezzato il loro modo di parlare della vendita non per questioni morali ma perché i loro testi attiravano gli occhi dei feds ..

Tant’è vero che tra il 2002 e il 2009 nove membri del loro entourage hanno preso dai 10 ai 34 anni di galera per avere distribuito un mezzo quintale di coca .

A quanto pare è proprio l’accanimento dell’ FBI su di loro che ha contribuito alla fine del duo più rispettato del rap game.

Pubblicato il 9/10/2018

views 124

Fai il login per commentare

Fai il login o registrati